Da qualche anno a questa parte le serie TV hanno raggiunto un numero di persone pari, se non superiore, a quello dei film, riuscendo a calamitare investimenti al livello delle produzioni su grande schermo. Questa “inversione di rotta” ha avuto ripercussioni anche sulle colonne sonore, di livello sempre più alto.
Per questo motivo ho deciso di stilare una mia personalissima “top 10 soundtracks” che accompagnano alcune tra le più famose serie.

Fuori classifica “Vinyl“, la serie tv diretta da Martin Scorsese e Mick Jagger (mi sapeva troppo da “ti piace vincere facile? 😅)

10) All’ultimo posto di questa classifica “True Detective”, serie diretta da Nic Pizzolato, in cui spicca un’interpretazione pazzesca di Matthew McConaughey nella prima stagione. Ciò non influisce però sulla classifica. All’interno della colonna sonora sono presenti brani di Bob dylan, Kinks, e Nevermind di Leonard Cohen, che fa anche da sigla. Il livello è alto, ma non abbastanza da meritarsi una posizione più alta.

9) In nona posizione “Suits”, la serie che ha come protagonista l’avvocato Harvey Specter e il “giovane prodigio” Mike Ross. Spiccano all’interno della colonna sonora gruppi come Black Keys, Vampire Weekend, XX.

8) All’ottavo posto una delle mie serie preferite: “Peaky Blinders”. I fratelli Shelby vengono accompagnati nelle scene delle loro scorrerie e delle bevute al bar da brani di artisti del calibro di Arctic Monkeys, White Stripes e Nick Cave.

7) Settimo “Supernatural”. Durante le 13 stagioni si sentono pezzi fantastici di gruppi come AC/DC, Green Day, Creedence Clearwater Revivol, Metallica, Scorpions, solo per citarne alcuni.

6) Nonostante il fenomeno serie tv sia recentissimo, ci sono stati alcuni cult del genere che non possiamo dimenticare, come “I Soprano”. Il capolavoro diretto da David Chase vanta una colonna sonora composta da canzoni di Bruce Springsteen, Radiohead, Otis Redding.

5) A metà classifica una serie targata Marvel: “Luke Cage”. Nonostante i supereroi holliwoodiani non siano la cosa che amo di più, la colonna sonora di questa serie è degna di nota. Dopo tanto rock ’n’ roll anche un po’ di rap e di soul, con Wu-Tang-Clan, Coleman Howkins e Charles Bradley, nonostante sia da citare anche la presenza di Come as You Are dei Nirvana. Il tutto viene arricchito anche dalla comparsa di alcuni degli artisti nella serie.

4) Chi non ha mai sognato di immedesimarsi in un protagonista di una serie tv? Beh, io ho sempre sognato di essere Hank Moody, il bello e dannato di “Californication”: California, bella macchina, serate con musicisti, successo con le donne… cosa vuoi di più? Medaglia di legno per la colonna sonora, che ha come simbolo “You Can’t Always Get What You Want” dei Rolling Stones. Non è però l’unico capolavoro musicale. Presenti anche brani dei Doors e di Elthon John, solo per citare due delle icone.

3) Sale sul primo gradino del podio “Stranger Things”! Da quando la serie è uscita su Netflix non riesco a togliermi l’ossessione di pensarci quando vedo dei ragazzini passarmi vicino in bicicletta, è diventato un incubo. Da sogno invece è la colonna sonora della serie rivelazione dell’ultimo anno: Jefferson Airplane, Clash, Peter Gabriel, Joy Division. Non c’è altro da aggiungere.

2) Medaglia d’argento per un’altra serie rivelazione: “13 Reasons Why”! Ho deciso di metterla al secondo posto solo per fare un dispetto a Zen, il “boss” comunicazione Home che la riteneva da oro. In una solo stagione sono presenti The Cure, Joy Division, M83, Vance Voy, The Moth & The Flame, Selena Gomez.

1) Al primo posto non potevo non mettere la serie della mia adolescenza: “The O.C.”. Se sei della mia generazione e dici di non aver pianto alla morte di Marissa sotto le note di Hallelujah cantata da Jeff Backley sei una persona falsa. Ma la canzone scritta da Leonard Cohen non è l’unico grande successo presente nelle puntate della serie Californiana. Impossibile dimenticare l’esibizione dei Killers al bar del molo, Fix You dei Coldplay durante uno dei balli scolastici, Hide and Sick di Imogen Heap, le musiche di Band of Horses, Thom Yorke, Subways. E poi vabbé, la celebre sigla, “California”.

 

Giacomo Russello